Cronache di viaggio, Europa
  • Vienna: la città più vivibile d’Europa

Vienna: la città più vivibile d’Europa

Come un’elegante signora d’altri tempi, Vienna porge la mano allo straniero aspettandosi rispetto e stupore, forse un baciamano, ma nonostante il suo aspetto regale, tiene in serbo doni dal sapore cosmopolita e contemporaneo, tanto che nel 2011 è stata eletta la più vivibile al mondo tra 221 città. 

Le altre foto di Vienna le trovate cliccando qui

E questo nonostante in ogni suo angolo si respiri chiaramente l’aria di un luogo che per secoli è stato il simbolo dell’impero asburgico. E non parlo solo dell’Hofburg, l’antica residenza della monarchia fino al 1918, che si estende per buona parte del centro. Mi riferisco sopratutto alla raffinatezza architettonica e delle decorazioni; alla cura profonda che i viennesi hanno per la città e per i suoi visitatori, verso i quali mostrano grande disponibilità. Non si risparmiano infatti  nel dare indicazioni in lingue maccheroniche. Rimangono però fieri e in qualche modo intolleranti nei confronti del fare tipicamente italiano, troppo invasivo per un popolo così riservato. Dunque abbassate la suoneria del telefono e il tono della voce: preparatevi ad entrare in nuovo atteggiamento contemplativo, che vi assicuro, servirà ad apprezzare opere ed atmosfere di rara bellezza. 

Ogni periodo dell’anno svela una Vienna diversa. L’estate è il tempo della musica e della trasformazione, con tanto di sabbia artificiale sulla riva del fiume. Così l’inverno è il momento delle suggestioni. I mesi più freddi esaltano la raffinatezza dei palazzi  e dei suoi interni, nonché degli accoglienti cafè che vi verranno in aiuto come antidoto contro il freddo. Qui preparatevi a assistere allo show dei dolci, con lo strudel di mela in testa, anche nella versione meno conosciuta con Topfen, formaggio fresco. In generale la cucina viennese risente delle migliori influenze, soprattutto boeme e ungheresi, provenienti dai popoli del vecchio impero. Gli antipasti sono fatti di zuppe e piatti caldi, mentre i secondi soprattutto da carne e spezzatini aromatizzati con erbe, cipolla o spezie, come lo Zwiebelrosbraten, manzo con cipolle dal gusto delicato o il Gulash. Sempre in tema alimentare (e non solo) visitate il tipico Naschmarkt, un antico mercato all’aperto. Deliziosi sono i localini che costeggiano l’area e se c’è il sole, potrete godere della giornata sedendovi all’aperto, come è consuetudine viennese,  riscaldandovi con i plaid adagiati sulle sedie. Completate la giornata visitando mostre e residenze. Il bellissimo Castello del Belvedere, risalente al ’700ospita la più vasta collezione al mondo delle opere di Klimt. E se non dovesse ancora bastarvi, affacciatevi dal piano superiore del museo per godere della vista sui tetti di Vienna e sui meravigliosi giardini barocchi antistanti al palazzo, e decorati in stile francese. Se vi piace il tema, consigliamo il Leopold Museum  dove ammirare le opere di uno dei più illustri allievi di Klim: Egon Schiele

Se amate l’inverno e cercate altre destinazioni europee perfete per questo periodo, leggete anche di Strasburgo e dei suoi mercatini, cliccando qui

Share this Story

Related Posts

2 Comments

  1. Vienna – immagini | Storie in Viaggio

    ottobre 4, 2013 at 2:05 pm

    […] Oltre le foto date un’occhiata a questo articolo su Vienna, cliccando qui  […]

    Reply

  2. […] A Natale dà il meglio di sè anche Vienna, se volete prenderla in considerazione, cliccate qui) […]

    Reply

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>


About Erica

Viaggi, ricerca, curiosità, avventura e immagine. Sono un'amante di tutte le nuove esperienze che nel viaggio trovano l'espressione più profonda. Amo condividere esperienze e idee attraverso foto e racconti. Queste sono le mie storie in viaggio.

Cerca