Cronache di viaggio, Sicilia
“Penso che un giorno così non ritorni mai più”

“Penso che un giorno così non ritorni mai più”

“Penso che un giorno così non ritorni mai più
mi dipingevo le mani e la faccia di blu
poi d’improvviso venivo dal vento rapito
e incominciavo a volare nel cielo infinito”
castello di castellamare del golfo

Così comincia una delle più belle canzoni italiane e quando ogni tanto l’ho sentita canticchiare all’estero mi sono subito sentita a casa.

Ed ecco che mentre rivedo le foto di questa giornata passata a Scopello, un pezzetto di costa tra la fine della Provincia di Palermo e l’inizio di quella di Trapani mi viene spontaneo canticchiare la prima strofa e  mi dico: “faccio un foto post” perché non me le posso tenere tutte nel cassetto queste foto (anzi nell’hard disk) ;)
Ehhhh già, a mezzoretta da casa mia c’è questo posto meraviglioso, ed è davvero come dice la canzone, ti senti rapito dal vento ed entri subito in una dimensione che ti lascia alle spalle qualsiasi pensiero.
costa tra scoppello e castellamare

Ma fuori dalla poesia del posto, andiamo al vero scopo della giornata:  il Pane Cunzato!

panificio pane cunzatu scopello
Eccolo qui. Una cosettina leggera (!!) fatta con pane di casa, pomodoro, formaggio (presumibilmente Tuma o Primosale), origano, acciughe (se le vuoi) e tanto olio e sale. Accanto potete invece ammirare lo “sfincione” trapanese, una versione più spessa del nostro (palermitano) e meno cipollosa: buonissimo!

Pane Cunzato e Sfincione

Pane Cunzato e Sfincione

Dopo il pane Cunzato e la panza bella piena, via al caffè in piazzetta dentro il piccolo Baglio di Pietra di Scopello. “Delizioso”… che ve lo dico a fà!

Baglio di Scopello

Baglio di Scopello

Da lì entri nel baretto al centro della Piazza e ti affacci per vedere la costa. Mammamia ad aprile il sole picchia, non fa caldo, ma stai bene, guardi l’orizzonte e ti senti bene. Sarò ripetitiva ma davvero non c’è altro da dire.

Dopo un pranzo che ha soddisfatto palato e olfatto, decido di puntare tutto sulla vista e sul sesto senso, se esiste, quello che ti mette in comunione con il mondo.  Allora mi ritrovo  alla tonnara di Scopello, una delle più belle tonnare della zona, circondata in questo periodo da una folta vegetazione primaverile.
tonnara di scopello
Qua i gatti la fanno da padrone e state attenti a portarvi il pranzo perchè non vi lasceranno in pace.
la tonnara di scopello
Prendete una sdraio.
Rilassatevi.
Sgombrate la mente.
Guardate il mare. L’orizzonte.
…(manco i telefoni prendono, quindi é il momento di darsi alla conversazione o alla contemplazione, io preferisco la seconda). 

Ecco, anche questa è casa mia.
Vero, di sole e di mare non si vive, ma di qualità della vita sì. Quindi di giorni così ne ritorneranno molti altri, a dispetto della canzone. Vi aspetto in Sicilia :)
vista sul golfo di castellamare

tonnara di scopello - trapani

Share this Story

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>


About Erica

Viaggi, ricerca, curiosità, avventura e immagine. Sono un'amante di tutte le nuove esperienze che nel viaggio trovano l'espressione più profonda. Amo condividere esperienze e idee attraverso foto e racconti. Queste sono le mie storie in viaggio.

Cerca