Idee e consigli, Viaggiare da soli
Elisabetta e il suo viaggio in solitaria in Iran

Elisabetta e il suo viaggio in solitaria in Iran

Ho conosciuto Elisabetta seguendo il blog e appassionandomi ai suoi racconti sull’Oman dove vive attualmente. Elisabetta ha deciso di lasciare tutto, la sua città è Torino, per inseguire i suoi sogni. Attraverso il suo blog lavora anche lei ogni giorno, non solo per condividere le sue esperienze, ma per ispirare i suoi lettori a inseguire sé stessi e la propria realizzazione personale. I suoi racconti mi mettono sempre di buon umore e mi sento vicina a lei nel suo modo di viaggiare.
Oggi ci racconta del suo viaggio da sola in Iran.

Di quale viaggio in solitaria ci vuoi parlare?

Quando ho deciso di andare in Iran da sola, due anni fa, mi trovavo in Oman: ho fatto il visto all’arrivo rischiando che mi rimandassero a casa, ma visitarlo era il mio sogno. Sono partita senza avere un itinerario preciso: arrivavo a Tehran, poi il resto l’avrei pianificato là. In fondo io ho sempre viaggiato così! All’avventura.

Qual’era il sentimento dominante prima della partenza?

Entusiasmo di vedere un Paese di cui avevo solamente letto racconti di scrittrici iraniane. Ma anche paura, che è sopravvenuta una volta giunta sul posto: ho avuto momenti in cui avrei voluto essere con qualcuno, in cui mi sentivo sola, in cui temevo che qualcuno mi fermasse chiedendomi “perchè stai scattando troppe foto? Sarai mica una spia?”. Ma ho conosciuto talmente tante persone laggiù che poi il sentimento di paura è passato.

Cosa ti aspettavi da questo viaggio in solitaria?

Niente: non avevo proprio idea di dove sarei finita. Però pensavo che gli iraniani fossero molto simili agli arabi (i mass media mi avevano deviata).

Quanto le tue aspettative si sono rivelate fondante e se non lo sono state, pensi siano state superate o deluse?

Aspettative per niente fondate: gli iraniani sono molto diversi dal popolo arabo, i mass media ci fanno vedere solo cosa interessa loro e l’Iran a dicembre ha un’aria cristallina e i monti che mi ricordano casa mia a Torino.

Cosa cambia (se cambia) nel proprio approccio alle persone e alle esperienze quando si viaggia da soli?

Quando si viaggia da soli, senza amici e amiche al seguito, il viaggio è totalmente diverso: sei più aperto a conoscere gente nuova, non ti chiudi nel guscio che spesso si forma coi compagni di viaggio, sei aperto a sperimentare, a buttarti in avventure anche strane. Essendo da sola e senza piani, avevo conosciuto due iraniani – un ragazzo che vive a Los Angeles e fa lo chef per i vip e lo zio, in un museo a Tehran – due giorni dopo ero con loro in macchina diretta a Esfahan. Un viaggio che è stato catarchico, che mi ha arricchita di tutti i loro sogni, i loro segreti e le loro storie. Non lo dimenticherò mai. E poi ho dormito a casa della mamma dello zio: ci si immerge nella cultura del luogo e si torna a casa un po’ meno italiani.

Cosa ti poterai per sempre nel cuore del tuo viaggio in solitaria?

Il fatto che, pur essendo sola, ho stretto alcune amicizie che sento ancora oggi: non credo avrei stretto amiciza con Maryam, la ragazza che mi ha ospitata a Tehran tramite Couchsurfing. Invece oggi ci sentiamo regolarmente anche tramite whatsapp e sono andata a trovarla una seconda volta in Iran. Ero sola e lei è stata il mio punto di riferimento.

Cosa suggeriresti a chi si appresta al primo viaggio da solo?

Non abbiate paura di buttarvi: le cose belle arrivano quando si ha il coraggio di provare una strada nuova. Bisogna sempre affrontare le proprie paure e fare qualcosa che ci spinga al di là delle nostre sicurezze. E fidatevi del vostro istinto: se vi trovate in una situazione che non vi fa sentire a vostro agio o magari che vi sembra poco sicura, seguite l’istinto e andatevene. Il nostro intuito raramente sbaglia. E tenete sempre informato chi è a casa dei vostri spostamenti. Per il resto, consiglio a tutti almeno un viaggio da intraprendere da soli: il viaggio diventa una scoperta non solo dell’altro, ma soprattutto di sè. E non sarete mai più gli stessi.

Grazie Elisabetta!
elisabetta borda

 

Share this Story

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>


About Erica

Viaggi, ricerca, curiosità, avventura e immagine. Sono un'amante di tutte le nuove esperienze che nel viaggio trovano l'espressione più profonda. Amo condividere esperienze e idee attraverso foto e racconti. Queste sono le mie storie in viaggio.

Cerca